Verrigni vanta una lunga tradizione nel campo del biologico; la produzione di pasta biologica infatti inizia negli anni Settanta quando soltanto in alcuni mercati esteri si presta attenzione affinchè le materie prime corrispondano alle esigenze di una dieta che prediliga semole di grano duro (ma anche farro, Kamut ed altre sementi particolari) biologico, coltivato cioè senza concimi chimici, diserbanti, pesticidi ed anticrittogamici. Tali materie prime forniscono all’organismo sostanze naturali indispensabili per una corretta ed equilibrata alimentazione, specie nella linea integrale. A questo proposito il pastificio abruzzese propugna fortemente l’esigenza di utilizzare  prodotto esclusivamente  biologico per realizzare i suoi formati di pasta integrale: integrale significa appunto usare il chicco nella sua interezza: guai a pastificare con la superficie esterna di un chicco trattato chimicamente nei campi, di salutare avrebbe ben poco!

L’essiccazione, sempre a bassa temperatura con conseguenti lunghi tempi di preparazione, contribuisce a non alterare le caratteristiche naturali dei grani evitando che si inneschino meccanismi di trasformazione dell’amido che sono antitetici alla filosofia salutista del mondo biologico (ma anche degli appassionati della buona cucina).


La selezione e le miscele dei migliori grani duri, l’utilizzo dell’acqua pura del Gran Sasso d’Italia e delle trafile in bronzo ed oro, il metodo di lavorazione, necessario per conservare integra la struttura amidacea della pasta (preservando i naturali processi di micro-fermentazione) concorrono a donare quel gusto caratteristico, il sapore della buona pasta di una volta, garantendo superbamente la capacità di assorbimento dei condimenti. Naturale genuinità, caratteristico sapore, alto valore nutritivo, introducono, a buon diritto, la “Pasta Verrigni” nella élite delle migliori paste italiane e il suo consumo, sempre più crescente anche in molti paesi europei ed extraeuropei, è la testimonianza palese della bontà del prodotto. Verrigni ha conseguito la certificazione Ifs con il più alto punteggio possibile, l’Higher Grade, entrando di diritto nel panorama delle aziende storiche ma adeguate al loro tempo.

Con l’introduzione del biodinamico e l’ottenimento della certificazione Demeter, Verrigni completa la sua esperienza di azienda vicina al mondo della natura e della salute. L’agricoltura biodinamica, evitando pesticidi e concimi di sintesi ed utilizzando solo fertilizzanti naturali, nella sinergia tra terra e bestiame e nel rispetto delle fasi lunari e dei cicli cosmici, rappresenta il passo successivo e più integrale del biologico.

Anche questo è Verrigni, pasta certificata Demeter per chi desidera andare oltre nel rispetto della madre terra.