Spaghettoro Verrigni Cacio e Pepe by Mirco Di Marcello

 

Grazie al nostro amico e ambassador Mirco Di Marcello  del blog OGGI CUCINA MIRCO per questa magnifica ricetta e per averci scelto.

—————————————————————————————————————————–

La pasta cacio e pepe fa parte di quei piatti della tradizione “povera” che non tramonteranno mai. Non a caso molti chef si rifanno a questi piatti, cercando di “osare” ma senza dissacrare la ricetta originale.

Gli spaghetti cacio e pepe sono un must nel Lazio ma non solo. Il gusto forte e inconfondibile del pecorino romano, si unisce al profumo e all’aroma del pepe appena macinato.

Inconfondibile, per questa ricetta, è la cremina che si forma e che da sapore al piatto.

Ci sono due filosofie di preparazione della pasta cacio e pepe e di questa crema: chi preferisce sciogliere il pecorino con acqua di cottura in una ciotola e versarla poi sulla pasta, chi, come me, preferisce portare la pasta a metà cottura e finirla in una padella, amalgamando i sapori mantecando direttamente in padella.

spaghetti cacio e pepe

Pasta cacio e pepe

Dalla tradizione laziale un primo piatto velocissimo e profumatissimo fatto con due soli ingredienti: prepariamo insieme la pasta cacio e pepe.

Ingredienti
  • 100 grammi pasta a scelta io spaghetti
  • 50 grammi pecorino romano semi-stagionato
  • pepe in grani
  • sale

Come si prepara

  1. Mettiamo a bollire l’acqua con poco sale, visto che il pecorino romano è già molto salato.

  2. In una padella scaldiamo un filo d’olio con una grattugiata di pepe. Questo enfatizzerà l’odore e il sapore del pepe dando più gusto al piatto. Aggiungiamo qualche mesto di acqua di cottura.

  3. Buttiamo la pasta scelta che scoleremo a metà cottura per portarla poi in padella dove finiremo la cottura.

  4. Amalgamiamo bene la pasta con il pepe messo in precedenza, aggiungiamo di tanto in tanto un mestolo di acqua di cottura fino ad arrivare al tempo do cottura al dente della pasta. Lasciate sempre un pò di fondo liquido.

  5. Spegniamo il fornello e grattugiamo abbondante pepe sulla pasta. Mescoliamo rapidamente. Cominciamo ora ad incorporare il pecorino romano poco alla volta, mantecando e girando la pasta. Aggiungiamo altro formaggio solo dopo che il precedente si sia sciolto.

  6. Trasferiamo la pasta cacio e pepe nel piatto di portata, spolveriamo con alto formaggio e ancora una grattugiata di pepe. Portiamo subito in tavola. La pasta cacio e pepe va servita ben calda per evitare che diventi “collosa”.

SalvaSalva

SalvaSalva

by Verrigni